26 C
Roma

Che senso ha il Black Point Nomentana? (Con D. Scarpa e P.C. Bonifati)

Che senso ha il Black Point Nomentana? “A Viso Scoperto” puntata del 01/07/2024.

Nell’ambito dei lavori per il Giubileo ci sono i cosiddetti “Black Point” (perché usare l’italiano non va più di moda), ovvero punti di particolare criticità e pericolosità, dove si interverrà per modificare la viabilità e incrementare la sicurezza. Tra questi c’è il Black Point BP005 Nomentana/ San Basilio, che prevede delle modifiche prive di senso che non miglioreranno il traffico ma al contrario lo incrementeranno deviandolo sui quartieri residenziali. I cittadini e i Municipi si oppongono ma il Comune tira dritto. Una modifica che impatterà sul traffico di diversi quartieri senza nessun vantaggio per la viabilità.

Ne parliamo con Domenico Scarpa, Coordinatore Comitato Giardino Nomentano (Roma) e Pietro Carmine Bonifati Architetto, consulente tecnico comitato San Cleto-Giardino Nomentano.

Il progetto prevede di rendere a senso unico in direzione centro Via Nomentana, per il tratto compreso tra l’incrocio con via del Casale di San Basilio e via di Casal Boccone e l’incrocio con via Diego Fabbri, per circa 250 metri, deviando il traffico in direzione raccordo per Via Diego Fabbri e incanalandolo nei quartieri residenziali limitrofi, per poi riportarlo su via Nomentana. Già da questo si capisce che parliamo di una modifica che non ha un gran senso logico, non risolve il problema del traffico ma al contrario lo peggiora notevolmente. Il problema si pone anche in direzione centro perché la Nomentana diventerebbe a due corsie per questo tratto di 250 metri per poi tornare ad una corsia, creando così un imbuto e il prevedibile “blocco” del traffico.

La prova del 9. Nomentana: Traffico deviato, quartiere bloccato

Domenico Scarpa mostra le immagini di marzo 2023 quando, in occasione della potatura dei pini di via Nomentana è avvenuta la prima deviazione traffico su Via D. Fabbri/ via T. Buazzelli, la foto mostra una coda unica da Via Nomentana che si estende su Via Diego Fabbri e prosegue su via Tino Buazzelli fino all’incrocio con Via del Casale di San Basilio, la stessa cosa si è verificata in occasione del blocco dei trattori. Le immagini parlano da sole c’è una lunga coda da Via Nomentana a via del Casale di San Basilio.

Black Point Nomentana l'area dell'intervento
Black Point Nomentana l’area dell’intervento

Le criticità del progetto tecnico

L’architetto Bonifati mostra le immagini delle vie interessate e quelle del progetto.

Gli incroci critici sarebbero due, ma il primo, quello tra via del Casale di San Basilio e via di Casal Boccone è già regolato da un impianto semaforico e quindi non si comprende quale sarebbe la criticità.

Il problema si pone per chi viene a lavorare da fuori Roma e la sera rientra a casa, che sarà costretto a deviare per Via Diego Fabbri e incanalarsi in una coda aumentando notevolmente il tempo di percorrenza. Inoltre in questo modo tutto il traffico sarebbe dirottato nei quartieri residenziali, compresi i mezzi pesanti e gli autobus, ma le vie interne non sono idonee a ricevere questo tipo di traffico.

Per quanto riguarda il secondo incrocio ovvero Via Nomentana/Via Diego Fabbri che effettivamente presenta delle criticità non essendo regolato da impianto semaforico, l’architetto illustra la proposta dei comitati di quartiere, ovvero creare una grande rotatoria, per realizzarla però bisognerebbe espropriare elle aree di verde in gestione delle ditte costruttrici, cosa complicata in tempi normali, ma non in periodo di Giubileo dove il commissario ovvero il sindaco Gualtieri ha poteri speciali. Insomma l’intervento è realizzabile, risolverebbe il problema senza dover fare alcuna deviazione, oltretutto con notevole risparmio di denaro pubblico.

La stessa soluzione è realizzabile anche nell’incrocio via del Casale di San Basilio/via di Casal Boccone, anche qui senza creare disagi, risolvendo le criticità e risparmiando denaro pubblico, allora per quale motivo il Comune si ostina a portare avanti un progetto illogico che peggiorerà il traffico e la vita di diversi quartieri?

Come fa notare l’architetto Bonifati, non è che se la Nomentana, essendo una strada ad una sola corsia per senso di marcia, non riesce a gestire il traffico che su di essa viene convogliato, il problema si risolve deviando il traffico verso le strade di quartiere, al contrario così si peggiora e si aumenta il tragitto per chi deve andare fuori Roma o verso il raccordo.

“A Viso scoperto” va in onda tutte le sere, dal lunedì al venerdì, alle 23.00, in replica il giorno successivo alle ore 11.00 escluso il sabato mattina. Contatti: avisoscoperto@radioroma.it

Continua a leggere su radioroma.tv

Leggi Anche

Cattivissimo – Puntata di Mercoledì 17 Luglio 2024

A Cattivissimo oggi diamo dei consigli per i primi appuntamenti amorosi. Ad istruirci è...

Sotto Le Stelle del Cinema Romeno, il festival a Roma

Il cinema romeno è passato da Roma. Tra il 5 e il 7 Luglio...

The Passenger – Puntata di Martedì 16 Luglio 2024

A The Passenger non perdiamo di vista l'attualità internazionale commentando insieme ad Alessandro Fornaciari...

Troppe morti in strada, il presidio dei cittadini: “Serve più sicurezza”

Troppe morti in strada, il presidio dei cittadini per "una città più sicura" Ospite in...

ARTICOLI CORRELATI

Cattivissimo – Puntata di Mercoledì 17 Luglio 2024

A Cattivissimo oggi diamo dei consigli per i primi appuntamenti amorosi. Ad istruirci è...
00:12:20

Sotto Le Stelle del Cinema Romeno, il festival a Roma

Il cinema romeno è passato da Roma. Tra il 5 e il 7 Luglio...

The Passenger – Puntata di Martedì 16 Luglio 2024

A The Passenger non perdiamo di vista l'attualità internazionale commentando insieme ad Alessandro Fornaciari...