26 C
Roma

Alitalia, l’Ue autorizza l’accordo tra Ita e Lufthansa. Ma presto non avremo più la “nostra” compagnia – Extra – Mercoledì 3 luglio 2024

La Commissione Europea ha approvato l’acquisizione del 41% di Ita Airways da parte di Lufthansa, segnando la fine della lunga storia di quasi 80 anni della compagnia di bandiera italiana, Alitalia. Una data storica che, salvo imprevisiti, entro l’autunno vedrà definitivamente chiudere l’epopea di un’azienda e di un brand di grande prestigio nella storia dell’aviazione civile italiana.

La vicenda riflette i numerosi limiti italiani in ambito politico, industriale, strategico e di visione. La storia inizia il 16 settembre 1946 con la fondazione di Alitalia, destinata a diventare uno dei pilastri della neonata Repubblica. Per alcuni anni lo fu, ma a costi insostenibili.

La tormentata storia di Alitalia, poi Ita, è caratterizzata da sprechi, sperpero di denaro pubblico, manager pagati eccessivamente, tagli massicci e dipendenti in cassa integrazione anche dopo la chiusura di Alitalia nel 2021. Gli ultimi anni sono stati segnati da un declino inesorabile, causato non solo da errori strategici ma anche da una politica che ha sfruttato Alitalia per fini ideologici e lottizzazioni.

Una politica miope ha trasformato Alitalia e poi Ita in una questione ideologica legata alla “difesa dell’italianità”, costando oltre 13 miliardi di euro e portando a perdite di 11 miliardi negli ultimi 20 anni. I dipendenti di Alitalia, ancora in cassa integrazione, dovranno cavarsela da soli dopo il 31 ottobre 2024, quando scadrà la cassa integrazione senza ulteriori proroghe.

In questo contesto, Ita è nata il 15 ottobre 2021 con circa 4.860 dipendenti e una flotta di 96 aeromobili. Nonostante le perdite iniziali, Ita ha mostrato miglioramenti nel 2023. Fin dall’inizio, il Ministero dell’Economia ha dichiarato l’intenzione di privatizzare parzialmente la compagnia, portando a negoziazioni con Lufthansa.

Lufthansa prevede di integrare Ita nella Star Alliance e ottimizzare la flotta e i contratti di noleggio, con l’obiettivo di riportare Ita in utile entro due anni. L’accordo è ancora in fase di formalizzazione, ma ci sono speranze che Ita possa prosperare senza gravare sui contribuenti italiani.

In questa puntata di Extra, il nostro programma di approfondimento quotidiano condotto da Claudio Micalizio, facciamo il punto sulla vicenda e ascoltiamo i pareri del ministro dell’economia Giancarlo Giorgetti e Antonino Turicchi, presidente di Ita Airways.

 

 

Continua a leggere su radioroma.tv

Leggi Anche

Cattivissimo – Puntata di Mercoledì 17 Luglio 2024

A Cattivissimo oggi diamo dei consigli per i primi appuntamenti amorosi. Ad istruirci è...

Sotto Le Stelle del Cinema Romeno, il festival a Roma

Il cinema romeno è passato da Roma. Tra il 5 e il 7 Luglio...

The Passenger – Puntata di Martedì 16 Luglio 2024

A The Passenger non perdiamo di vista l'attualità internazionale commentando insieme ad Alessandro Fornaciari...

Troppe morti in strada, il presidio dei cittadini: “Serve più sicurezza”

Troppe morti in strada, il presidio dei cittadini per "una città più sicura" Ospite in...

ARTICOLI CORRELATI

Cattivissimo – Puntata di Mercoledì 17 Luglio 2024

A Cattivissimo oggi diamo dei consigli per i primi appuntamenti amorosi. Ad istruirci è...
00:12:20

Sotto Le Stelle del Cinema Romeno, il festival a Roma

Il cinema romeno è passato da Roma. Tra il 5 e il 7 Luglio...

The Passenger – Puntata di Martedì 16 Luglio 2024

A The Passenger non perdiamo di vista l'attualità internazionale commentando insieme ad Alessandro Fornaciari...