27.2 C
Roma

Non solo Roma – Puntata di Martedì 7 Maggio 2024

Non solo Roma con Elisa Mariani – Puntata di Martedì 7 Maggio 2024

IV Municipio di Roma, “Piano sociale municipale”: appuntamento per giovedì 9 maggio

Ospite in collegamento Massimiliano Umberti, Presidente del IV Municipio di Roma

In Municipio IV di Roma si discute il Piano Sociale di Zona. Cos’è un Piano sociale di zona? È un documento programmatico con il quale i Comuni associati, di intesa con l’Azienda USL, definiscono i servizi da erogare nel corso di un’annualità. Viene redatto dall’ Ufficio di Piano, condiviso con gli Organismi del Terzo Settore e deliberato dal Coordinamento Istituzionale.

Giovedì 9 maggio, a partire dalle 9, appuntamento presso Casa del Municipio Roma IV “Ipazia d’Alessandria” dove si terrà l’Assemblea Plenaria sul tema.

Sarà presente il servizio di traduzione in Lingua dei segni italiana-LIS del Dipartimento Politiche Sociali e Salute (Direzione Servizi alla Persona) fornito dalla Cooperativa Segni di Integrazione Lazio.

“Un appuntamento importante per il nostro territorio, tra i più estesi di Roma – ha sottolineato il presidente Umberti – dove è fondamentale far collaborare tutti gli attori in gioco, dal sociale al Terzo Settore.

Devo dire che abbiamo lavorato e stiamo lavorando molto in questo senso, con tutte le difficoltà del caso chiaramente. Ma il nostro impegno è massimo affinché nessuno resti indietro e perché il territorio funzioni al massimo”.

Tanti i tavoli tematici su cui si discuterà giovedì 9 maggio, il tutto incentrato su tre P molto importanti: programmazione, prossimità e partecipazione.

Ordigno bellico del 1944 ritrovato a Viterbo: partite le operazioni di bonifica

Ospiti in collegamento Chiara Frontini, sindaca di Viterbo & Giancarlo Martinengo, consigliere delegato ai rapporti con le forze armate

Al lavoro da stamane gli artificieri dell’Esercito, che da questa mattina sono impegnati a disinnescare la bomba d’aereo risalente al 1944, trovata circa un mese fa in un cantiere edile di Viterbo.

Si tratta di un ordigno della seconda guerra mondiale ritrovata in via De Gasperi a Viterbo il 20 marzo durante i lavori di costruzione di un complesso immobiliare. Una Blockbuster bomba sganciata dall’aviazione inglese nel 1944.

Le operazioni di bonifica dell’ordigno da 2.000 kg, di cui 1300 di solo esplosivo, sono entrate nel vivo all’alba con l’evacuazione di 36mila viterbesi, che abitano in un raggio di 1400 metri dal luogo del ritrovamento.

“Un’operazione complessa e delicata – ha spiegato la sindaca Frontini – Ma abbiamo sviluppato un piano delle operazioni che garantisce la massima assistenza per la popolazione, limitando al massimo i disagi per gli evacuati”.

Sono stati infatti organizzati quattro centri di accoglienza dove potrà recarsi la popolazione evacuata: la parrocchia di Santa Barbara, la parrocchia Santa Maria della Grotticella (Mazzetta), la chiesa parrocchiale della Sacra Famiglia (Carmine, Salamaro), la parrocchia di Villanova. Quest’ultima è destinata soltanto alle persone fragili.

Civitavecchia, botte da orbi a piazza Calamatta

Ospite in collegamento Francesco Baldini, redazione “Civonline

Lite tra più persone a piazza Calamatta ieri intorno alle 19.

Non sono ancora chiari i motivi che hanno portato allo scontro, nel quale sarebbe rimasta coinvolta anche una donna.

Secondo le prime informazioni, la lite sarebbe degenerata fino ad arrivare alle mani, con una scazzottata che avrebbe coinvolto due uomini e una donna.

Sul posto sono rapidamente intervenute alcune pattuglie dei Carabinieri della locale Compagnia, nel tentativo di ristabilire l’ordine, e il personale del 118 per prestare le prime cure, con il necessario trasferimento delle persone all’ospedale San Paolo per gli accertamenti clinici di rito.

Secondo le prime sommarie informazioni, l’episodio si sarebbe arricchito di nuovi particolari, con i Carabinieri costretti ad intervenire una seconda volta nei pressi della cattedrale: a quanto pare per bloccare una persona che avrebbe tentato di fuggire dall’ambulanza. I carabinieri avrebbero quindi scortato il mezzo sanitario fino all’arrivo in nosocomio.

Treni pieni e sovraffollati

«Treno delle 8.37 da Civitavecchia già con persone in piedi, mentre il Civitavecchia express parte semi vuoto. Regionale di Trenitalia che vogliamo fare? Ferrovie dello Stato S.p.A.?». E ancora. «Roma Termini – Pisa Centrale ore 16.12 fermo a San Pietro oltre mezz’ora perché troppo pieno, fermo 10 minuti a Ladispoli per precedenza altro treno.

44 minuti di ritardo. Ovviamente è pieno di croceristi ma anche di tantissimi pendolari che rientrano anche in Toscana».

Oppure « fermi da 20 minuti a San Pietro perché i troppi crocieristi non permettono la chiusura delle porte del treno».

Sono solo alcuni dei messaggi che, nell’ultimo mese, si sono moltiplicati sui social per denunciare la situazione che, quasi quotidianamente, si ripete sui treni che viaggiano tra Civitavecchia e Roma.

I pendolari, studenti o lavoratori che devono recarsi nella Capitale, sono già sul piede di guerra. La stagione delle crociere sta iniziando proprio adesso, eppure la situazione a bordo dei treni, con poche navi in porto rispetto a quello che sarà il traffico dei prossimi mesi, è già allarmante.

«Non è pensabile viaggiare in queste condizioni – hanno tuonato – ci preoccupa cosa accadrà nei prossimi mesi e ci spaventa anche il futuro, quando ad esempio porto e città dovranno sostenere il “peso” del Giubileo».

Il problema del sovraffollamento diventa ogni anno più difficile da gestire. Da un lato i crocieristi continuano, fortunatamente, ad aumentare: il 2023 si è chiuso con il record dei 3,3 milionid i passeggeri. Dall’altro però i servizi, troppo spesso, non vanno di pari passo con l’aumento dell’utenza.

È vero che sono stati introdotti, anche quest’anno, i treni dedicati ai crocieristi, ma non sono state apportate modifiche tali da renderli più “appetibili” per gli stessi crocieristi.

Come confermato infatti dagli stessi pendolari, il Civitavecchia Express già negli anni passati non ha raggiunto lo scopo per il quale è stato introdotto; viaggia spesso vuoto o comunque i turisti preferiscono salire sui treni regionali, ad un prezzo ridotto ed avendo più scelta di orari.

Questo però significa sovraffollamento, viaggio in piedi per molti, treni rallentati o fatti fermare per permettere la discesa dei troppi passeggeri.

«Occorre trovare una soluzione – hanno spiegato i pendolari – per garantire un servizio migliore per tutti».

Costa Crociere, riparte il programma di donazione delle eccedenze alimentari

Costa Crociere dona le eccedenze alimentari alla Croce rossa italiana: pasti pronti e completi per i bisognosi di Civitavecchia grazie ad una catena virtuosa.

Riparte l’importante iniziativa a sostegno dei più bisognosi interrotta durante la fase pandemica che ha visto lo stop alle crociere nei porti del mondo. Grazie alla collaborazione tra Costa Crociere, il Ministero della Salute – Posto di Controllo Frontaliero Veterinario di Civitavecchia, l’Ufficio delle Dogane di Civitavecchia, l’Asl Roma 4 e il comitato di Civitavecchia della Croce Rossa Italiana, si è riusciti ad arrivare alla firma del Protocollo di intesa contro lo spreco alimentare.

Il coinvolgimento e la sensibilizzazione di tutti gli attori coinvolti sono stati promossi dal Rotary Club Civitavecchia.

Oggi la prima simbolica donazione sotto la Costa Toscana, ammiraglia della flotta, che effettuerà scalo ogni venerdì a Civitavecchia donando il cibo in eccedenza o non consumato a bordo.

La sera precedente l’arrivo della nave, al termine della cena, verranno raccolti tutti i piatti preparati nelle aree ristorazione che non sono stati serviti agli ospiti – i cosiddetti “ready to eat”.

I pasti saranno poi riposti in appositi contenitori di alluminio che saranno sigillati ed etichettati per garantirne la tracciabilità, e successivamente conservati nelle celle frigorifere di bordo.

Il giorno seguente, dopo l’attracco della nave al porto di Civitavecchia, i contenitori saranno sbarcati e consegnati ai volontari della Croce Rossa Italiana di Civitavecchia, che li distribuiranno a persone senza dimora e a famiglie in condizione di grave deprivazione materiale, ed anche alla casa famiglia “Repubblica dei Ragazzi”.

Solo nella giornata di oggi sono stati sbarcati e distribuiti circa 100 pasti completi.

Il programma di donazioni delle eccedenze alimentari è stato avviato da Costa Crociere, come prima compagnia nel settore, a partire dal 2018, grazie alla collaborazione con il Banco Alimentare Onlus, ed è attivo in diversi porti italiani e internazionali.

Si inserisce all’interno del programma di assistenza alimentare della compagnia italiana, promosso anche da Costa Crociere Foundation, che ha consentito sinora di distribuire quasi 1 milione di pasti a circa 77mila persone non solo in Italia, ma anche in Francia, Spagna Svizzera, Austria, Germania, Guadalupa, Martinica, Ucraina.

Da Milano a Palermo in bici per chiedere la pace: l’impresa del 72enne Vittorio

Ospite in collegamento Vittorio Barbanotti, pensionato e sportivo

Ha 72anni, è cardiopatico e diabetico, ma tutto questo non costituisce affatto un limite: Vittorio Barbanotti ha talmente a cuore i diritti umani e lo sport, che per la quarta volta ha deciso di fare qualcosa di forte e soprattutto simbolico.

Il 15 aprile scorso, è infatti partito da Milano in bicicletta e arriverà a Palermo il 25 Maggio 2024, precisamente nel luogo dove Paolo Borsellino risiedeva: qui incontrerà alcuni parenti delle vittime di mafia e una rappresentanza dell’A.N.P.I. Successivamente sarà salutato dal Sindaco Roberto Lagalla, presso una delle sedi istituzionali del capoluogo siciliano.

Perché lo fa? Per chiedere la pace.

Per la seconda volta Vittorio Barbanotti, in sella alla sua Bianchi, raggiungerà Palermo come già fece nel 2019; nel 2018 da Milano era arrivato Strasburgo mentre nel 2015 a Roma, sempre in bicicletta.

Ambasciatore dei diritti umani, contro tutte le guerre, contro tutte le mafie e la violenza sulle donne, iscritto al Partito della Rifondazione Comunista fin dalla sua fondazione, Vittorio Barbanotti incontrerà a Riace Mimmo Lucano e, in un punto imprecisato del tragitto, dovrebbe intercettare anche Michele Santoro.

L’iniziativa, priva di sponsor e totalmente autofinanziata, è resa possibile grazie all’aiuto delle tante persone che, offrendo a Barbanotti vitto e alloggio, lo sostengo nella lodevole impresa. Anche a Civitavecchia, dove è arrivato il 2 maggio, Barbanotti ha trovato ospitalità per ripartire il 3 maggio e raggiungere Cerveteri (dove ha incontrato le autorità municipali), Roma, e Albano.

“Se lo sport è praticato con reale amore e passione – afferma Barbanotti – è un mezzo straordinario di trasmissione di valori fondamentali, per comprendere il passato e per la convivenza umana presente e futura”.

 

Continua a leggere su radioroma.it

Leggi Anche

Non solo Roma – Puntata di Venerdì 14 Giugno 2024

https://rumble.com/embed/pj.v4z8s9h/ Non solo Roma con Elisa Mariani - Puntata di Venerdì 14 Giugno 2024 Cinghiali e...

“Frosinone News”: l’approfondimento settimanale a Non solo Roma

Omicidio Veroli, uccide lo zio e ferisce il cugino: domenica l’addio a Silvio Scaccia....

“Il Faro Online”: l’approfondimento settimanale a Non solo Roma

Ladispoli, sbattuta contro gli scogli dalle onde: muore una donna a Torre Flavia Ospite in...

Cinghiali e peste suina devastano agricoltura e allevamento: l’appello di Coldiretti

Cinghiali e peste suina, l'appello di Coldiretti: "Siamo nell'emergenza" Ospite in collegamento Niccolò Sacchetti -...

ARTICOLI CORRELATI

Non solo Roma – Puntata di Venerdì 14 Giugno 2024

https://rumble.com/embed/pj.v4z8s9h/ Non solo Roma con Elisa Mariani - Puntata di Venerdì 14 Giugno 2024 Cinghiali e...
00:13:38

“Frosinone News”: l’approfondimento settimanale a Non solo Roma

Omicidio Veroli, uccide lo zio e ferisce il cugino: domenica l’addio a Silvio Scaccia....
00:11:18

“Il Faro Online”: l’approfondimento settimanale a Non solo Roma

Ladispoli, sbattuta contro gli scogli dalle onde: muore una donna a Torre Flavia Ospite in...